Stile Minimalista: i nostri consigli

1
349
stile minimalista

Stile Minimalista: cos’è e i nostri consigli, nel post di Casa nel Mondo

Chi preferisce complementi d’arredo semplici ed essenziali può scegliere di arredare la propria casa nello stile minimalista o minimal

Ogni stile di arredamento deve rispecchiare la personalità di chi lo sceglie. Lo stile minimal è indicato per chi preferisce l’ordine e l’eleganza, ma non solo.

Quella minimalista è infatti una vera e propria filosofia, che attinge ad un’ampia letteratura orientale e al concetto di pulizia introdotto, in tempi più recenti, dalla famosa Marie Kondo. 

A voler essere precisi, però, questo stile è nato negli anni ’60. Fu il filosofo Richard Wollheim a coniare, nel 1965, il termine “minimalismo”. L’articolo scritto da Wollheim osservava l’evoluzione di una nuova tendenza che, a poco a poco, stava invadendo ogni forma d’arte, dal design alla moda. 

Rimuovere – secondo la visione minimalista – significa aggiungere, fare spazio e migliorare la qualità della propria vita.

Stile Minimalista: come arredare la casa con questo stile

Com’è possibile trasporre questo tipo di concetto nell’arredamento? Proviamo a fare chiarezza nelle righe che seguono e vediamo insieme come arredare casa seguendo questo stile.

Linee e forme

A comporre lo stile minimalista, spostando l’attenzione sull’idea di essenzialità, spesso sono linee e forme.

I mobili infatti mostrano tutti un ideale di linearità. La loro struttura è regolare e non si concede mai un guizzo di creatività ornamentale. 

Colori

Anche i colori hanno una funzione super importante all’interno dello stile d’arredamento minimalista. La loro funzione è quella di portare luminosità in casa e di ampliare le proporzioni degli spazi.

Per questo chi arreda una casa seguendo le regole di questa corrente dovrà preferire colori luminosi e chiari. È vero che nel minimal il colore predominante è il bianco ma – attenzione! – non è di certo l’unico. Anche tinte come l’avorio o il grigio sono accettate.

Ricordiamo inoltre che molti altri colori possono inserirsi con i materiali: il marrone può essere introdotto dal legno, l’argento dalle rifiniture di specchi e vasi. 

Arte e accessori

Pensare ad una casa in stile minimalista come ad un’abitazione asettica, anonima o priva di personalità è la trappola più grande in cui si possa cadere. Ci sono tantissimi modi per valorizzare un appartamento che aderisce a questa tendenza. Sebbene il minimal bandisca gli eccessi e i fronzoli, esso apre comunque altre possibilità.

Un modo per arricchire di identità l’ambiente, ad esempio, è quello di fissare al muro grosse tele d’arte moderna, specchi dalla struttura particolare o anche articoli di design raffinati e ricercati. 

La disposizione

Come detto anche all’inizio, una disposizione strategica dei mobili è la prima regola quando si prova ad arredare una casa in stile minimalista. Ciò che bisogna fare è disporre i mobili in modo che la casa risulti più grande, ariosa e ordinata. 

Riuscirci è molto semplice. La soluzione infatti è quella di ridurre i mobili stessi, limitando l’acquisto solo agli arredi più essenziali. Anche l’illuminazione – da preferire fredda – passa spesso per faretti a Led, lampade a sospensione, plafoniere dalla struttura innovativa e lampade a stelo modernissime. 

Anche qua materiali, linee e forme sono centrali e devono poter garantire una sorta di continuità stilistica con il resto dell’ambiente. 

cucina minimalista

 

Il nostro post dedicato allo stile minimalista, termina qui. Alla prossima con gli approfondimenti legati agli stili arredo, a cura di Casa nel Mondo!

1 commento

Comments are closed.